Crea sito

Home

Per aprire il sito per, l'ouverture, volevo parole importanti, ma non sapevo dove andarle a prendere...

Un pomeriggio, in casa, getto lo sguardo sulla libreria: un libro bianco mi chiama! TROVATO!

"Ai nostri tempi, e con questo non voglio dire che allora fosse meglio o peggio, quando arrivavamo a casa con una nota ce le davano di santa ragione.

Ora invece, molti genitori pensano che il problema sia il professore che l'ha messa la nota, e vanno a parlargli per difendere il figlio. Comportandosi in questo modo, è evidente che tolgono autorità all'insegnante e l'alunno non lo rispetta più.

Ma quando si toglie autorità, si toglie uno spazio di crescita. La parola autorità deriva dal latino augere, che significa "far crescere".

Avere autorità non vuol dire reprimere. La repressione è una deformazione dell'autorità, che invece, nel suo corretto impiego, implica creare uno spazio che permetta alla persona di cresere.

Qualcuno dotato di autorità è qualcuno capace di creare uno spazio di crescita".
               

         Jorge Bergoglio "PAPA FRANCESCO" Il nuovo Papa si racconta- Salani Editore; pg. 61

Le 10 regole...

Il Signor Charles Sykes scrisse “Dumbung Down America”, dove sono riportati dei consigli.

Bill Gates, durante una conferenza in una scuola media, li ha resi famosi...

Il primo suggerimento? Aprite il file e leggete!
 

MOTIVATI!

"...la motivazione ad apprendere come obiettivo educativo rilevante e il motivare ad apprendere come prospettiva di istruzione sono connessi strettamente ad una riflessione più ampia circa i metodi e le strategie per la promozione del successo scolastico." in "Motivare ad apprendere" , Maurizio Gentile, ISRE 1998, pg. 80-109. 

 Nella didattica creativa, classe capovolta, per competenza e per obiettivi emotivi  è molto importante sigillare, evidenziare la performance. Motivare dunque è "l'infinito imperativo"... da fissare!

sotto il vasetto...timbro motivazionale
stampini con legnetti e mollette!
timbrini déco

Prof?!

"... Mi presento...sono un'appassionata della vita"...  Questa citazione proviene dal mio laboratorio artistico... (http://www.alelab.altervista.org/ ).Ho molti hobby, tra i quali il mio mestiere:  insegno lingue presso le scuole secondarie di primo e secondo grado.
Questo spazio è il mio laboratorio linguistico: "lang" è l'abbreviazione di languages... Dedico questo sito ai miei allievi, mes chéries e my honey!

I ragazzi sono fonte di insegnamento, veri prof per i prof. Sono soprattutto i miei collaboratori.
Ciò che leggerete è frutto del loro entusiasmo, dei loro sforzi uniti ai miei. 
Si.  MA... con quale  M E T O D O ??!

Cari genitori ed allievi, 

Come ben sapete soprattutto nel settore dell'insegnamento delle lingue, nel nostro paese, urge dare ai ragazzi strumenti e metodi più efficaci, è impellente riinnovare.  Nel mio piccolo cerco di agire in tale direzione, unendo esperienza e innovazione. Cerco di formare " belle teste ", piuttosto che " teste piene "...

Nelle mie lezioni punto pertanto alla competenza, alla metaconoscenza, mettendo il discente al centro di un processo che cerca di essere "autentico". Nel farlo utilizzo l'approccio mediato del metodo Feuerstein, di cui riporto i tre punti cardine:

-porre l’allievo al centro del percorso formativo conferendo fiducia ed incoraggiamento a proseguire migliorando il proprio livello di conoscenze;

-renderlo protagonista delle sue scoperte: offrire motivazioni con argomenti ed iniziative divertenti ed interessanti dal punto di vista didattico, suscitando la sua curiosità;

-osservare i suoi feedback e contro-rispondere incentivando la nascita e crescita della sua autonomia.

Buon lavoro... e grazie a tutti!

Ps. Il materiale su questo sito è autentico, errori compresi : solo così impariamo a crescere!

LA PAROLA AD UNO DEI  "CAPO-SCUOLA": Mr Feuerstein!

PASSIAMO DALL'AZIONE ALLA RIFLESSIONE : L' AUTOVALUTAZIONE

 ESCAPE='HTML'

IL DIPLOMA INTERNAZIONALE DI LINGUA FRANCESE

 

Il Diplôme d'études en langue française nei livelli A1+, A2 è una certificazione internazionalmente riconosciuta e basata sulle competenze richieste dal quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER).

Il diploma, senza limite di validità, viene rilasciato dal Ministère de l'Education Nationale Française, il cui centro accreditato per la certificazione è l’Alliance Française. 

Il rilascio dei diplomi DELF - DALF è amministrato dal C.I.E.P (Centre international d'études pédagogiques) che gestisce i centri  autorizzati nei 154 paesi in cui il DELF è riconosciuto come certificazione ufficiale. Gli esami del DELF sono articolati in 4 prove che testano le 4 competenze: comprensione scritta, produzione scritta, comprensione orale e produzione orale...

IL DIPLOMA PER LA VITA!

"QUANDO TI E' DATA LA POSSIBILITA' DI SCEGLIERE SE AVERE RAGIONE O ESSERE GENTILE, SCEGLI DI ESSERE GENTILE!" - dal film "Wonder" .

GRAZIE  della lezione!

e...allora: "AD MAJORA", ragazzi!!!

by Lety
par Beatrix
par Beatrix
by "The Outlet of Kindness"

NEOLOGISMI?

SUOCERANZA: Abbiamo inventato questa parola prendendo spunto dalla parola SUOCERA che a volte è una persona un po' noiosa, es: "Stai zitto!", "Sei proprio noioso!","Non mi parlare!". Parole che usiamo spesso in classe...Fanno la Suoceranza le persone un po' antipatiche e noiose che si impicciano negli affari degli altri.

ZITELLANZA: Abbiamo preso spunto dalla parola ZITELLA che è una donna di una certa età, ma a differenza della suocera, la zitella non è noiosa nè si impiccia nei fatti degli altri. E' solo più aspra nell'esprimersi, es: "non mi parlare!", "non mi lasci fare niente!", "non ti impicciare!".

A differenza di suoceranza, modo di eprimersi che risulta antipatico anche utilizzando il pettegolezzo, la Zitellanza si esprime con battute acide, anche cattive nei confronti della persona/e cui fa riferimento.

Can you put yourself in someone else's shoes?

 Can you see the world through the eyes of other people?

"Never criticize a man until you've walked a mile in his moccasins", American Indian Proverb

"I call him religious who understands the suffering of others", Mahatma Gandhi

EMPATHY: (noun) the power of entering into another’s personality and imaginatively experiencing his experiences, Chambers English Dictionary,

Empathy goes far beyond sympathy, which might be considered ‘feeling for’ someone.

Empathy, instead, is ‘feeling with’ that person, through the use of imagination.

www.skillsyouneed.com/ips/empathy.html

HOMEWORK Assignments / DEVOIRS de VACANCES